Covid 19: Informazioni per i clienti in difficoltà - Imprese

L’articolo 56 del D.L. 17 marzo 2020, n. 18 (cd. “Decreto Cura-Italia”) ha introdotto una serie di misure di agevolazione, in presenza di dati requisiti, a favore delle micro, piccole e medie imprese (PMI), operanti in Italia, appartenenti a tutti i settori, e con esposizioni debitorie al 17 marzo 2020 da considerarsi non deteriorate ai sensi della disciplina applicabile agli intermediari creditizi.

In particolare, come da Raccomandazione della Commissione europea n. 2003/361/CE del 6 maggio 2003, sono considerate PMI le imprese con meno di 250 dipendenti e con fatturato inferiore a 50 milioni di euro oppure il cui totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di euro. Per il calcolo di queste soglie potrebbe essere necessario fare riferimento anche alle imprese collegate (come definite nella Raccomandazione).

L’art. 56 introduce le seguenti agevolazioni:

  • Le aperture di credito a revoca e i prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti non possono essere revocati fino al 30 settembre 2020, nemmeno per la parte non ancora utilizzata
  • I prestiti non rateali sono prorogati fino al 30 settembre 2020 e alle medesime condizioni (unitamente ai rispettivi elementi accessori)
  • Il pagamento delle rate di finanziamenti e dei canoni di leasing è sospeso fino al 30 settembre 2020. In particolare, il piano di rimborso di rate/canoni oggetto di sospensione sarà dilazionato, unitamente agli elementi accessori, secondo modalità che assicurino l’assenza di maggiori oneri per entrambe le parti

L’art. 56, comma 6 prevede che l’istituto di credito cui venga richiesta l’applicazione delle agevolazioni possa a sua volta richiedere al Fondo di Garanzia per le PMI una garanzia a copertura del 33% degli importi oggetto di moratoria. La garanzia ha natura sussidiaria ed è concessa a titolo gratuito (art. 56, comma 7).

Al ricorrere dei requisiti previsti dall’art. 56 del Decreto Cura Italia, puoi inviarci la richiesta di sospensione utilizzando il modulo che trovi qui.

FAQ

  • Sono previste misure di sostegno finanziario per le micro, piccole e medie imprese in difficoltà a causa dell’emergenza Covid 19? Come previsto dall’articolo 56 del Decreto n° 18 del 2020 ed al ricorrere dei presupposti dal medesimo stabiliti, le micro, piccole e medie imprese (PMI), operanti in Italia, appartenenti a tutti i settori, possono chiedere ad Agos la sospensione del pagamento delle rate di finanziamenti e dei canoni di leasing fino al 30 settembre 2020, senza maggiori oneri per entrambe le parti. Per effettuare la richiesta puoi stampare il modulo scaricabile al seguente link, bisogna compilarlo e seguire le istruzioni per l’invio contenute nel modulo stesso. Per maggiori informazioni e domande sul Decreto si rimanda al sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze: www.mef.gov.it/covid-19/faq.html.