• Home
  • COMUNICATO STAMPA - Fleet&Mobility e AGOS presentano “La Capitale Automobile MOTO”

Comunicato stampa

comunicati-stampa.png

COMUNICATO STAMPA - Fleet&Mobility e AGOS presentano “La Capitale Automobile MOTO”

Roma, 08 marzo 2019 - Si è tenuto a Roma “La Capitale Automobile Moto”, il Summit dedicato al mondo delle due ruote organizzato dal Centro Studi Fleet&Mobility e Agos. Concessionari, noleggiatori, associazioni del settore e delle aziende assicuratrici e finanziarie si sono confrontati sul mercato delle moto, scooter targati e ciclomotori, che ha visto nel 2018 un aumento delle vendite di +5,3% rispetto all’anno precedente, con un numero di pezzi immatricolati che sfiorano le 220mila unità. Nel 2018 il segmento delle moto ha trainato il mercato, con una crescita del +13,7% che lo porta a sfiorare le 93mila immatricolazioni, anche gli scooter targati hanno fatto registrare una crescita di +3,7%, con quasi 126.500 immatricolazioni. I ciclomotori invece continuano a registrare una notevole perdita (-12,4%), non arrivando neanche a quota 21mila pezzi, contro i quasi 24mila dell’anno precedente. La partenza del 2019 vede un mercato molto effervescente sia nel comparto delle moto che degli scooter, infatti il primo bimestre vede un mercato moto con +9,5% su AP e quello scooter a +15% (con addirittura un +30% nel mese di febbraio), ancora in calo il mercato dei 50cc che chiude il primo bimestre a -2,1%.

Le cilindrate più vendute sono, le piccole fino a 125cc e quelle medie da 251 a 500cc. In particolare, le cilindrate piccole (quelle non superiori ai 125 cc), segnano il maggior incremento rispetto al 2017, realizzando un +15,7% di vendite, con oltre 58mila unità immatricolate, rispetto alle 50mila dell’anno precedente. Un ottimo risultato lo segnano anche le cilindrate medie che vanno da 251 a 500 cc, con un incremento del 15% con oltre 60mila immatricolazioni. Questo segmento di cilindrata è anche quello con numero di pezzi venduti più alto. Una buona crescita si registra anche per le cilindrate molto grandi che vanno oltre i 1000 cc (+6%) con 23.600 immatricolazioni. I segmenti che vanno da 126 fino a 250 cc, registrano un andamento negativo, passando dalle oltre 28mila unità immatricolate nel 2017 alle 27mila odierne. Segno negativo anche per le cilindrate superiori a 500 fino a 1000cc che passano dalle oltre 51mila unità immatricolate lo scorso anno, alle quasi 50mila registrate nel 2018.

Per quanto riguarda il finanziato moto, il 2018 si è chiuso per Agos con incremento di circa il 5% verso l’anno precedente con una quota di mercato di circa il 60% sul finanziato totale due ruote in numero pezzi. La società di credito al consumo appartenente al Gruppo Crédit Agricole può contare in questo mercato su accordi con i principali brand presenti in Italia nella produzione e nella distribuzione di moto e ciclomotori con soluzioni di finanziamento personalizzate sui singoli modelli.

Circa le ultime novità in termini di prodotti, Agos dopo essere stata tra i primi a lanciare nel mercato auto/moto la firma digitale in modalità one time password, quest’anno è stata la prima (e unica) a lanciare il TCM, un prodotto che permette di sostituire, restituire o mantenere, dopo un determinato periodo di tempo, la moto acquistata. “I primi riscontri sono estremamente positivi. Un nuovo modo di pensare alla mobilità e alla fidelizzazione del cliente. Ma la fidelizzazione e la soddisfazione del cliente passa anche attraverso processi digitali evoluti, semplici e veloci, per questo stiamo lavorando a nuovi progetti che ci consentiranno di rendere l’esperienza del cliente sempre migliore aiutando così i nostri partner e le loro reti di concessionarie a soddisfare ogni esigenza dei propri clienti” ha concluso Papale.